I Cicli

i cicli del Dialogo dell’UE con i Giovani

Dialogo strutturato, il primo ciclo 1° gennaio 2010 - 30 giugno 2011
"L'occupazione giovanile"

Il primo ciclo del dialogo strutturato è stato dedicato al tema trasversale "occupazione giovanile". Tre sono le presidenze che hanno ospitato le Conferenze Europee della Gioventù dell'UE e hanno guidato il processo: Ungheria, Belgio e Spagna. Dei risultati si è tenuto conto:

  • nelle conclusioni del Consiglio sulla promozione dell'occupazione giovanile per conseguire gli obiettivi della strategia Europa 2020 e
  • nella risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, sull'animazione socioeducativa.
Dialogo strutturato, il secondo ciclo 1° luglio 2011 - 31 dicembre 2012
"La partecipazione dei giovani alla vita democratica dell'Europa"

 Ilsecondo ciclo del dialogo strutturato è stato dedicato alla priorità tematica fondamentale della "partecipazione dei giovani alla vita democratica in Europa" sotto i semestri di presidenza di Cipro, Danimarca, Polonia.

Dialogo strutturato, il terzo ciclo 1° gennaio 2013 - 30 giugno 2014
"Inclusione sociale”

Il terzo ciclo del dialogo strutturato è stato dedicato all'inclusione sociale dei giovani in tutta Europa, sotto la presidenza di Irlanda, Lituania e Grecia. Le raccomandazioni hanno contribuito all'elaborazione delle risoluzioni del Consiglio sull'inclusione sociale e sull'imprenditorialità giovanile.

Dialogo strutturato, il quarto ciclo 1° luglio 2014 - 31 dicembre 2015
"L'autonomia dei giovani"

Il quarto ciclo del dialogo strutturato è stato dedicato all'autonomia dei giovani con un'attenzione particolare al loro accesso ai diritti e alla loro partecipazione politica. Le tre presidenze partecipanti al ciclo sono state l'Italia, la Lettonia e il Lussemburgo.

Dialogo strutturato 1° gennaio 2016 - 30 giugno 2017
Il quinto ciclo

Il  quinto ciclo del dialogo strutturato si è tenuto sotto il motto: "Consentire a tutti i giovani di partecipare a un’Europa eterogenea, connessa e inclusiva - Pronti per la vita, pronti per la società", sotto le presidenze dei Paesi Bassi, della Slovacchia e di Malta.

Le raccomandazioni congiunte definitive relative al sesto ciclo sono state adottate dal Consiglio "Istruzione, cultura, gioventù e sport" riunitosi a Bruxelles il 22 e 23 maggio 2017. 

Dialogo strutturato 1° luglio 2018 - 30 dicembre 2019
Il sesto ciclo

Il sesto ciclo del dialogo strutturato dell'UE ha avuto come tema generale "I giovani in Europa: prossime tappe ", sotto la presidenza di Estonia, Bulgaria e Austria. Questo ciclo si proponeva di raccogliere i punti di vista dei giovani per definire insieme la nuova Strategia dell'UE per la Gioventù per il periodo 2019-2027, adottata nel novembre 2018.

Il sesto ciclo è stato caratterizzato dall'adozione di undici Obiettivi per la Gioventù Europea, che riflettono i punti di vista dei giovani in Europa e rappresentano la visione di coloro che sono attivi nel dialogo dell'UE con i giovani: collegare l'UE e i giovani, parità di genere, società inclusive, informazione e dialogo costruttivo, salute mentale e benessere, sostegno ai giovani delle aree rurali, lavori di qualità per tutti, apprendimento di qualità, spazio e partecipazione per tutti, un'Europa verde sostenibile, organizzazioni giovanili e programmi europei.

Dialogo dell’Ue con i Giovani 1 gennaio 2020 – 30 giugno 2020
il settimo ciclo

Il settimo Ciclo del Dialogo dell’UE con i giovani è stato condotto nell’ambito dei tre semestri di presidenza di Romania, Finlandia e Croazia e ha individuato come tema prioritario “Creare opportunità per i giovani”, prevedendo un focus specifico su 3 degli 11 Obiettivi per la gioventù europea: Occupazione di qualità per tutti; Animazione socioeducativa di qualità per tutti; Creare opportunità per i giovani che vivono in aree rurali.

Dialogo dell’Ue con i Giovani 1° luglio 2020 – 31 dicembre 2021
l’ottavo ciclo

L'ottavo ciclo del dialogo dell'UE con i giovani si svolge dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021 sotto la Presidenza del Trio di Germania - Portogallo - Slovenia. Questo ciclo, il cui tema è lo Youth Goal n. 9, "Spazio e partecipazione per tutti", con il titolo “Europe for YOUth - YOUth for Europe: Space for Democracy and Partecipazione", mira a:  

  • Rafforzare il dialogo dell'UE con i giovani come uno spazio significativo di partecipazione dei giovani ai processi decisionali, nonché nel monitoraggio e nella valutazione delle politiche relative ai giovani;   
  • Contribuire all’attuazione degli obiettivi europei per la gioventù che sono stati sviluppati dai giovani durante il 6 ° ciclo del dialogo strutturato e aumentare la visibilità degli Youth Goals;   
  • Promuovere la cooperazione multi-livello e multi-stakeholder dal livello locale al livello europeo, per rendere il processo più inclusivo, visibile e sostenibile in modo che i suoi risultati possano rappresentare le aspettative di tutti i giovani che vivono in Europa.  
Dialogo dell’Ue con i Giovani 1° gennaio 2022 – 1° luglio 2023
Il nono ciclo

Il nono ciclo si svolge sotto il trio di presidenza francese, ceca e svedese, iniziato il 1º gennaio 2022 per una durata di 18 mesi.
La priorità tematica scelta dalle tre presidenze è: "Un'Europa sostenibile e verde".

La priorità tematica è pertanto direttamente collegata agli obiettivi per la gioventù n. 3 "Società inclusive" e n. 10 "Europa verde sostenibile".

dipartimento-politiche-giovanili